Caro Abruzzo Home Page

 Tutto l'Abruzzo...in un click!

Home | Cultura e Tradizioni | Pubblio Ovidio Nasone

 

Google

 

Personaggi della Cultura Abruzzese

Pubblio Ovidio Nasone (43 a.c.)
Sulmona (AQ) - Poeta latino, considerato l’ultimo - in ordine cronologico - dei poeti elegiaci romani, nacque a Sulmona (AQ) nel 43 a.C. da famiglia facoltosa appartenente all’ordine Equestre. Giovanissimo, si trasferì a Roma dove frequentò le scuole di Grammatica e Retorica; aderì al circolo di Messalla Corvino, esperienza che lo spinse a seguire senza ulteriori esitazioni (e contro il desiderio del padre che lo avrebbe voluto oratore) la vocazione per le Lettere e la Poesia. Più tardi, entrò nel circolo di Mecenate e fu quindi in contatto con i maggiori poeti dell’epoca Orazio, Properzio, Tibullo. Ovidio è conosciuto e studiato soprattutto per il suo capolavoro, il poema Le Metamorfosi (Metamorphoseon libri XV), composto tra il 1° e l’8° anno dopo Cristo. Nell’opera, suddivisa in quindici libri, il poeta narra, in esametri epici, circa 250 trasformazioni dall’era del Caos all’epoca sua contemporanea, desumendo molti elementi dalla mitologia classica e popolare. Fra le altre opere citiamo gli Amores (composti fra il 25 e il 15 a.C.), lArs Amatoria (composto fra il 1° a.C. e il 1° d.C.), e il poemetto Halieutica (scritto nel periodo dell’esilio a Tomi nell’8 d.C.). Ovidio muore nel 18 d.C. a Roma.

 

 
 

Home

 

SMS | Sms Bulk | Sms Gateway | Chat | Forum | NewsGroup | Agenda | Annunci | Add Link | Cartoline